martedì 8 aprile 2014

Sfida poetica!

Buongiorno!

Scrivo un post un pò strano, si tratta di una specie di sfida...

Il guanto mi è stato lanciato da Vivy del blog La mia vita aspettandoTi, che mi ha nominata obbligandomi (puntandomi una pistola alla tempia praticamente :D ) a scrivere una poesia mia o a copiarne una che mi ha particolarmente colpita. Se non lo avessi fatto entro 24h avrei dovuto spedirle un libro!

Beh, ovviamente per me questa rappresenta una sfida! Sarò sincera, non riesco a scrivere una poesia di mio pugno, non sono in grado di concentrarmi a tal punto, non ci sto con la testa ecco, anche se in passato ero molto brava...

Per questo ho deciso di condividerne con voi una che mi rappresenta tanto, di una scrittrice in cui un pò mi riconosco, amante della natura, ribelle verso la sua famiglia, una tipa triste che non si è goduta la vita, che l'ha trascorsa chiusa in camera... Insomma, una noiosa con cui non ci si diverte poi più di tanto, una che quando c'è da fare una fuga, una pazzia, ci pensa e fa prevalere la ragione alla follia... Un pò come me in fondo...

Forse se prendessi la vita così come viene sarei più felice, senza intristirmi pensando al futuro e al passato riuscirei a godermi di più il presente, che nessuno potrà mai restituirmi.

Mmm forse mi sto smarrendo un pò con le parole, torniamo alla poetessa, Emily Dickinson.

La poesia che ho scelto è Il Passato

E' una curiosa creatura il passato
ed a guardarlo in viso
si può approdare all'estasi
o alla disperazione.
 Se qualcuno l'incontra disarmato,
Presto, gli grido, fuggi!
Quelle sue munizioni arrugginite
Possono ancora uccidere!


In effetti è proprio così. Il passato dovrebbe rimanere tale.
Di lui dovrebbero restarci solo ricordi, belli o brutti, tristi o piacevoli, ma comunque solo ricordi.
E invece c'è una linea sottilissima che separa quei ricordi dal presente, una linea che ci condiziona.
Ci illude che tutto possa tornare come prima , quando la felicità e le risate dominavano incontrastate sulle nostre giornate.
Ci illude di poter tornare indietro affinché quell'errore non venga più ripetuto, affinché per una volta il cuore prevalga sulla ragione, affinché si riesca ad accettare la vita così come viene.

Ma alla fine a cosa serve? Solo a distruggerci, a dannarci la vita rimuginando all'infinito su quell'errore, a pensare a come sarebbe bella la nostra vita ora se non avessimo mai fatto quella scelta, se non avessi mai firmato quel foglio di carta sporco del sangue di un angelo...
Il passato non ci è utile... Non si può tornare indietro, quindi il passato non dovrebbe esistere...

Uff, so che vi ho annoiate! So che quando sono troppo me stessa finisco con fare discorsi deprimenti e scassascatole! Mi sa che io a Emily Dickinson le faccio un baffo in quanto a tristezza...

Devo dire che dopo la preoccupazione iniziale mi è servito molto questo giochetto... E' servito a ricordarmi la mia passione per la poesia, per la letteratura, per i poeti di un tempo ma anche per quelli attuali... Mi è servito a ricordare quanto mi sarebbe piaciuto vivere nell'800, nei borghi che hanno ispirato Leopardi, dove le vecchiette filavano in gruppi, dove le ragazze lavoravano tutta la settimana e il sabato raccoglievano fiori per decorare capelli per andare a messa la domenica, e dove gli artigiani lavoravano fino a tarda sera per consegare i lavori in tempo... Beh, tutto questo mi da sensazioni indescrivibili...

Ma ora basta, passiamo alla sfida... Mi toccherà lanciare un guanto ad altri 5 blog...

Vediamo vediamo...

Spero che queste nominations non siano una seccatura per coloro che le riceveranno:




1) Roberta del blog Hay Lin bau bau
2) Agnese del blog La sarta di Gloucester
3) Patricia del blog Myrtilla's house
4) Lucia del blog Lufantasygioie 
5) Loredana del blog Il filo del cuore

Maira

27 commenti:

  1. bella sfida!!!!!! grazie per aver pensato a me, non so se sarò all'altezza, ma ci provo, un bacione Lory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lory, sei stata bravissima!

      Elimina
  2. la tua poesia è stupenda!bellissima:)bacioni

    RispondiElimina
  3. Ciao Maira. Arrivo qui dal blog di Lu, una cara amica che seguo da molto tempo.
    Una simpatica sfida e ottima la tua scelta dei versi di Emily, una poetessa che anch'io amo molto.
    Complimenti per il tuo dolce blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono appena passata da te, e non potevo non fermarmi! Il tuo blog è il paradiso!

      Elimina
  4. che bellooooooo:)))))))) accetto volentieri:))) un bacio

    RispondiElimina
  5. Cara Maira io adoro Emilky Dickinson. Adore le poesie in generale, a dire l vero.
    Accetto la tua sfida e ci provo subito.
    Ciao bella e grazie di aver pensato a me!
    Patri

    RispondiElimina
  6. Hai visto che ce l'hai fatta?? non avevo dubbi :D
    La poesia che hai scelto è molto bella, e più che altro dice cose che condivido. Anche io sono stata intrappolata del passato, ancora oggi, a volte, ci ricasco... ma oggi, diversamente dal passato, ho Dio che me ne tira subito fuori :D Lui ci dice di guardare al presente per il nostro bene, basta ricordarselo e farlo :) se poi si ha fede, qualsiasi peccato abbiamo commesso, se ci siamo pentiti e crediamo in Gesù, ci è perdonato, Lui non ci pensa più, e anche se non è semplice, noi dovremmo fare la stessa cosa. In Lui siamo nuove creature, con una nuova vita davanti. Le tue parole mi fanno pensare anche alla moglie di Lot, lei si è girata, ha guardato indietro, al "passato", e si sa come è andata... credo che serva come esempio per ricordarci di vivere al presente e non morire al passato :) ♥
    Guarda che non annoi! anzi sei molto riflessiva ed è una qualità non un difetto, e la tristezza, se ti affidi a Lui si trasformerà in grande gioia, ricordati di ricordarti di Lui, dei Suoi insegnamenti, del Suo amore e del Suo perdono, e piano piano, il tuo cuore sorriderà ♥
    un grande abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Viviana è impressionante come tu riesca a trovare nelle Scritture tutti gli insegnamenti di cui abbiamo bisogno... In realtà non conoscevo la storia, ma ovviamente non ho perso tempo e mi sono documentata. Grazie Vivy, davvero!

      Maira

      Elimina
    2. Una volta nemmeno io lo sapevo, ma nella Bibbia ci sono risorse incredibili, per questo lo chiamo libro "vivo", Dio ci parla davvero, e per ogni nostro problema :D
      Un bacione grande!!

      Elimina
  7. ti ringrazio per la nominascion ma io non partecipo a questi giochi...purtroppo non ho motlo tempo libero.
    Complimenti per la poesia da te scelta
    lu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non importa Lu, figurati! Lo dico sempre che non pretendo niente... ;)

      Maira

      Elimina
  8. ciao
    ho fatto il post saltando le regole.....sai a volte mi sembra un po' una catena di Sant'Antonio nominado i blog.....però l'idea di far conoscere le poesie mi piace.
    http://haylin-robbyroby.blogspot.com/2014/04/sfida-poetica.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma figurati, per me non è un problema! Vengo subito a leggerti!

      Maira

      Elimina
  9. Bella e vera la tua poesia ,altro che annoiarci,è un piacere leggerti.Baci laura

    RispondiElimina
  10. Bella la sfida e stupenda la poesia anche perché nelle sue strofe e nella spiegazione che le hai dato c'è tanta verità!

    RispondiElimina
  11. concordo con quanto detto sopra! grande maira!

    RispondiElimina
  12. complimenti per la sfida carina, io ti confesso non sono molto portata per le poesie. Finalmente sono anche riuscita ad iscrivermi tra i tuoi followers, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  13. molto bella anche la tua .... in fondo tutte le poesie sono un po tristi ....e toccano corde invisibili che portiamo dentro....buon fine settimana Maira.... giusi_g

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giusi, buon fine settimana anche a te!

      Elimina

Lasciate un'impronta nella mia stanza!