giovedì 26 giugno 2014

Postpapiro - Abbigliamento Oversize anche per me!

Ciao a tutti!

Manco ormai da un pò, ma come ho sempre sostenuto non mi piace pensare al blog come un periodico, non voglio sentirmi obbligata a pubblicare qualcosa, non voglio disperarmi a cercare qualcosa di cui scrivere o una ricetta da pubblicare.

La realtà dei fatti è che sto cucinando di meno, non sono quasi mai a casa, e quindi non ho niente da proporvi... Per quanto riguarda il crochet ho creato qualcosina (anche se in genere in estate mi fermo sempre!), ma non ho mai voglia di mettermi al pc a scansionare gli schemi, quindi rimando, rimando e ancora rimando...

Ma come vi avevo già detto, sul blog vorrei parlare un pò di tutto, anche di fatti miei, non solo di cucina o uncinetto...

Infatti oggi vorrei portarvi un pò nel mondo della moda oversize...

E' iniziato tutto quando per caso mi sono ritrovata sul blog Plus... Kawai, di Miria, che mi ha fatto capire quanto sia importante dedicare del tempo a se stesse e osare con capi che prima non ci saremmo mai messe. Dopo averlo spulciato tutto a ritroso, sono passata senza nemmeno accorgermene, su quello di Angie Curvy World, anche questo letto da cima a fondo...

Mi sono resa conto di quanto siano belle queste due ragazze, di quanto siano simpatiche, sensuali e spigliate nonostante i chili di troppo... Il loro non è menefreghismo, o forse si, ma è soprattutto consapevolezza del proprio corpo e accettazione di se stesse...
Ho capito che anche io potrei apparire bella, se solo riuscissi a sentirmi tale... Quindi mi sono rimessa a dieta con più costanza, e mi sono anche impegno a comprarmi qualche nuovo capo d'abbigliamento (cosa che non facevo da Gennaio in occasione dei saldi).

Sono stata da H&M con mia madre e ci ho passato più di due ore (non l'ho comunque spulciato tutto per bene) e ho provato circa una trentina di capi... La cosa che mi ha resa orgogliosa è che solo uno di questi vestiti faceva parte della linea H&M+ (la linea taglie forti), e di tutti gli altri taglia 46 (quella europea eh, magari fosse quella italiana!) solo due non mi stavano, sugli altri avevo solo l'imbarazzo della scelta... Allora mi sono buttata sui più carini e i più economici e mi sono portata a casa un bel bottino (di solito non compro mai tante cose!):

Vestitino giallo a fiorellini T 46 EUR (questo mi piaceva più di tutti e ho fatto lo sforzo di spenderci 24,99€ senza attendere i saldi di fine stagione) disponibile qui


Vestitino semplice nero che credo userò per il matrimonio della cugina di Nico ad Agosto, magari abbellito con degli accessori. Lo potete trovare qui nella versione normale (io ho comprato la L delle taglie forti perché quella basic era finita e anziché pagarlo 9,99€ l'ho pagato 14,99€!!!)


Vestitino a righe bianche e blu con incrocio sulla schiena T 46 EUR, che ho pagato 9,99€ e che potete vedere qui


Vestito corto blu con stoffa elasticizzata e ricamata tono su tonno e gonna svasata... Taglia 46 EUR. Beh di questo non ho la foto perché è della scorsa stagione, e l'ho pagato 15,00€...


Top a fascia in pizzo nero comprato a 9,95€ taglia L.
Nemmeno di questo ho la foto (non lo trovo sul sito pur essendo della nuova collezione!).


Beh poi ci sono un sacco di capi che vorrei acquistare, ma per il momento mi sono contenuta, lo stipendio tarda un pò e non voglio strafare... Aspetterò i saldi (che inizieranno il 5 Luglio qui da me) e poi mi darò alla pazza gioia... Solo da H&M mi piacerebbe acquistare:

- Un vestito color lampone con scollo all'americana che cade largo sui fianchi, T 46 EUR, prezzo 24,95€;

- Un altro abitino più elegante color rosa cipria, interamente plissettato, spalla larga ed elastico in vita, T 46 EUR, prezzo 39,99€;

- Un top lungo nero fatto ad uncinetto, da portare con dei leggins chiari, con sottoveste nera. Taglia L, prezzo 24,95€... Bellissimo!!!


E poi questi capi che ho visto sul sito ma non ho visto oppure ho solo intravisto in negozio...

- Quest'abito semplice semplice, manica corta, che però non ho provato e quindi non so né se, né come mi stia. Mi piace nel colore in foto e in panna, ma sicuramente se dovessi acquistarlo opterei per questo perché non ho niente di questo colore. Si trova qui. Prezzo: 9,99€.


- Canotta con bordi in pizzo, prezzo 7,99€ disponibile qui


- Top a fascia, prezzo 4,99€, disopnibile qui nella versione verde menta e nella versione a righe (ma se non sbaglio mi pare di aver intravisto in negozio molti più colori!)


- Maglietta semplice con stampa frontale, che trovate qui a 9,99€


- Canotta lunga con taschino sul petto (mi piacerebbe portarla sui leggins neri!!!), disponibile qui a 4,99€


- Gonna in finta pelle e zip decorative che potete vedere qui, prezzo 19,99€




- Gonna nera a pois bianchi. Leggera e morbida in jersey. Prezzo 9,99€. Disponibile qui


Di sicuro non comprerò tutto, anzi forse rimarranno solo nella mia wishlist, sia perché non ho provato ancora questi capi, sia perché i 20,00€ spesi da Decathlon per due leggins e due canotte a costine aggiunti ai 60,00€ già spesi per i tre vestiti e il top sono molto più di quanto abbia mai speso per una stagione, e anche se i prezzi dei singoli sono bassi, arriverei ad un ulteriore cifra di 68,00€ / 73,00€ (non in saldo eh!), e non credo di fare una simile follia dovendo ancora comprarmi le ciabatte ortopediche per i plantari (40,00€ circa GRRR!!!) e anche un paio di scarpe estive (che non ne ho proprio!!!).

Ok questo post ha raggiunto una lunghezza che nemmeno un rotolone Re**na, ma ora sono troppo entusiasta di aver scorto da qualche parte il mio lato femminile (il mio armadio finora è sempre stato composto da 3-4 paia di jeans che ormai mi stanno larghi e da magliette larghe e informi).

Il lato negativo è che ora desidero cose che il mio portafoglio non può permettersi... Ma non mi dispero certo per delle piccole rinunce... Già ho tanto rispetto a qualche mese fa, e questo per ora mi basta.

Infine voglio informarvi che partecipo all'iniziativa Un dono a sorpresa di Fabiola del blog Pinkg, e quindi anche io mi impegno ad inviare un dono entro il 2014 alle prime 5 che commenteranno con "Partecipo".


Un'ultima cosa non per importanza: voglio ringraziare pubblicamente Lory del blog Il filo del cuore...Ricami per avermi assegnato il premio Le rose dell'amicizia, che avevo già ricevuto e di cui vi ho parlato qui.



Con questo post partecipo al Linky Party di Alex del blog C'è crisi, c'è crisi! Guida alla Sopravvivenza sul Pianeta Terra!


Beh a presto!

Maira

mercoledì 11 giugno 2014

Crostata di mele e pere

Come vi avevo detto nel post sulla Crostata di ricotta e cioccolato, mi ritrovavo in casa due basi pronte di frolla. Quindi oltre alla suddetta, ho fatto un altro esperimento veloce e gustoso utilizzando delle pere e delle mele che avevo in casa.

Ho usato quindi:

Una base di frolla già pronta;
100 gr di burro;
240 gr di zucchero;
2 uova;
100 gr di farina;
una bustina di vanillina;
200 ml di latte;
una mela e mezza;
una pera e mezza;
granella di mandorle o nocciole o altra frutta secca q.b. (opzionale)

Schiacciare il burro con lo zucchero fino a formare un composto omogeneo;



Aggiungere le uova uno ad uno e mischiare, quindi aggiungere la farina e mescolare ancora.



Stendere le mele tagliate a fettine sulla base per frolla precedentemente bucherellata, e versarci sopra il composto. Se preferite potete metterci sopra un pò di granella di frutta secca, io mandorle.



Quindi infornare per 30-35 minuti a 180° sul ripiano centrale.
Far intiepidire e gustare.



Questa mi è piaciuta molto, anche più di quella alla ricotta e cioccolato, perché più rustica e meno dolce.

Maira

giovedì 5 giugno 2014

Crostata di ricotta e cioccolato

Buondì!!!

Oggi vi pubblico una ricettina davvero veloce, perché ho utilizzato una base pronta per frolla.

In genere sono abbastanza contraria all'utilizzo di cibi pronti, preferisco fare tutto da me. Ma la signora dove lavora mia madre ha un supermercato, e quando la roba sta per scadere la porta a casa e la divide tra la baby sitter e mia madre. Insomma, non è roba scaduta, e in ogni caso fa sempre comodo, specialmente perché non navighiamo certo in buone acque da poter fare tanto gli schizzinosi!

Insomma dato che odio buttare le cose e dato che avevo pochi giorni prima di dover buttare definitivamente ben due basi, ho fatto due crostate che si sono rivelate buonissime!

Per fare questa alla ricotta e cioccolato ho utilizzato ingredienti che avevo in casa:
Una base per frolla già pronta;
500 gr di ricotta (io per i dolci compro sempre quella nel banco frigo da 1,5kg e poi congelo in
                           porzioni da 250 gr. Non è di gran qualità da mangiare ad esempio nella pasta, ma
                           per i dolci è perfetta e costa poco);
1 uovo;
100 gr di zucchero;
3 cucchiai di liquore amaretto;
cioccolato al latte da smaltire dalle uova di Pasqua.

Amalgamare la ricotta con lo zucchero e l'uovo.



Aggiungere quindi l'amaretto e il cioccolato spezzettato e mescolare.



Quindi trasferire sulla base per frolla bucherellata, sbriciolare sopra dei pezzettini di frolla avanzati, e far cuocere per circa 30 minuti in forno caldo a 180° (piano centrale).



Vabbé a parte che io amo la ricotta nei dolci, quindi sono di parte... Ma piace molto anche per i pezzi di cioccolato, ha un sapore delicatissimo.

A presto!

Maira

lunedì 2 giugno 2014

Premi speciali!

Ciao a tutti!

Nella settimana appena trascorsa ho ricevuto ben due premi... Quindi è giunto il momento di mostrarveli cogliendo l'occasione di ringraziare chi me li ha assegnati...

Il primo mi è stato consegnato da Fabiola, splendida autrice del blog Pinkg, dove possiamo rifarci gli occhi con gli originalissimi bijoux che Fabiola crea durante i lunghi viaggi in treno che la portano da casa a lavoro e viceversa, ma non solo! Lei ci parla anche di libri (per bambini e non), insomma è una blogger molto versatile!

Lei mi ha omaggiata con il Liebster Award - Discover new blogs!, un premio per i blog con meno di 200 followers (io ci rientro eccome!) e che prevede le seguenti regole, comunque del tutto opzionali:
 
  1. Ringraziare la persona che ci ha assegnato il premio e, se non lo si è diventare sua follower (Grazie dolce Fabiola!!! Sono già tua follower ;)  );
  2. Spiegare le regole del Liebster Award (fatto);
  3. rispondere alle domande che ti pone chi ti ha premiato (se non te le pone dire 10 cose di te);
  4. nominare 10 blog con meno di 200 follower (come da mia "politica", non lo farò);
  5. porre 10 nuove domande per i nominati o invitarli a dire 10 cose di sé (come sopra);
  6. comunicare agli interessati la nomina (idem);
 

Allora, adesso dovrei dire 10 cose di me...

  1) Sto meditando di andare a vivere da sola, ma non so se mai ci riuscirò con meno di 900€ al mese
      e un sacco di spese, mediche soprattutto;
  2) Amo gli animali;
  3) Mi piacerebbe imparare un sacco di tecniche creative, ma non trovo mai il modo/il tempo/i soldi;
  4) Sono abbastanza tirchia quando devo comprare qualcosa per me stessa, anche se ultimamente mi
     sto concedendo delle piccole gratificazioni;
  5) Ma quando arriviamo a 10? Amo più il salato che il dolce... Ma avere entrambi sarebbe meglio...
  6) In realtà NON avere entrambi sarebbe meglio, dato che ho ancora 25/30 chili da perdere;
  7) Il mio cartone animato preferito in assoluto è Sailor Moon;
  8) Il mio film preferito è Dirty Dancing, ogni volta che lo guardo mi viene voglia di ballare, poi
      torno alla realtà e mi rendo conto che no, non sarebbe proprio il caso;
  9) Il mio cantante preferito è Biagio Antonacci;
 10) Penso troppo al futuro... Sia il futuro prossimo (sto già pensando ai pensierini da fare a Natale!)
      sia al futuro lontano (ho l'ansia di non farcela a crearmi una famiglia!).

Ecco qua, dopo avervi rotto le scatole con cose di cui non frega niente a nessuno, passiamo al secondo premio.

Questo premio è molto importante per me, mi ha fatto rendere conto di quanto il web sia un mezzo per conoscere gente fantastica e di quante volte, strano ma vero, online nascano delle amicizie speciali.

Il premio mi è stato consegnato da Patricia, una donna deliziosa, molto riflessiva e saggia. Sul suo blog, Myrtilla's house possiamo trovare di tutto: dalle recensioni letterarie ai racconti e le poesie scritte da lei, dall'amore per gli animali (in particolare per la sua gatta Myrtilla, la padrona di casa) a quello per le piante, fino ai racconti di vita quotidiana come una passeggiata al mercato o la sua gallinella che diventa chioccia, dalla visita al Salone del libro all'affascinante storia di Sallah, l'esperienza che più mi ha colpita e raccontato di Patricia e della donna straordinaria che è, senza pregiudizi di nessun genere.

Lei mi ha donato Le rose dell'Amicizia, un premio da donare a dieci blogger (io come al solito salterò il passaggio, perché ho intuito che spesso i premi sono visti come impicci!) e che prevede di rispondere a 10 domande:


  1) Com'è cambiata la tua vita con il blog?
      Beh sostanzialmente poco. Pensavo e speravo di poter cucinare più spesso, ma stando a casa dei
      miei non posso fare granché. In compenso mi si è aperto un mondo bellissimo che mi ha dato la
      possibilità di conoscere un sacco di gente fantastica!
  2) Descriviti in un solo aggettivo.
      Cerebrale. Troppo!
  3) Quale stato d'animo ti rappresenta meglio?
      Sono molto ansiosa... Ansiosa nei confronti del futuro, dell'incerto.
  4) Trovate più seducente l'intelligenza o l'attrazione fisica?
      Mmm personalmente provo attrazione fisica solo se c'è una buona dose di intelligenza... Ne
      conosco di bellocci senza cervello, e più che attrarmi scatenano in me istinti violenti hahaha!
      Scherzo, ma comunque l'intelligenza insieme alla finezza e alla determinazione sono tra le cose
      più eccitanti in un uomo, secondo me... Il fisico viene dopo tante cose...
  5) Il vostro motto è...
      Vivi e lascia vivere.
  6) Quanti libri leggi in un anno?
      Ahimé pochissimi... Sono una di quelle che se ha un libro nelle mani se lo fa fuori in due tre
      giorni, ma non ne compro mai... Forse perché (vedi il punto 4 del premio precedente) sono tirchia
      quando si tratta di farmi un regalo... Non compro mai cose per me stessa, o meglio non in modo
      abituale... A volte girando per le fiere vedo libri interessantissimi a prezzi stracciati (5/7 euro),
      ma alla fine non li compro mai perché penso che ho spese più urgenti da sostenere, e un libro non
      è poi qualcosa di indispensabile. Poi mi riprometto di andare in biblioteca a prenderne in prestito
      qualcuno, ma sono anche poco coraggiosa, ho paura di rovinarli, ho paura di non avere tempo per
      restituirlo, ho paura che la mia casa bruci e con essa anche il libro... Insomma mi faccio mille
      problemi! Ora un mio cliente me ne ha appena regalato uno, "Non dirmi che hai paura" di
      Giuseppe Catozzella... Non appena finirà la prima tranche di lavori in casa lo leggerò e vi saprò
      dire ;)
  7) Un tuo difetto / un tuo pregio
      Un mio difetto l'essere troppo accondiscendente... Nel senso che se qualcuno mi ferisce, ci passo
      sopra dieci volte minimo. Poi però ad un tratto basta una sciocchezza per farmi saltare, e a quel
      punto non offro nuove opportunità.
      Un mio pregio invece il saper ascoltare tutti, l'avere sempre una parola di conforto per gli altri.
      Non a caso i miei amici mi chiamano Mamma -.-"
  8) Cantante/strumento preferito?
      Biagio Antonacci / batteria.
  9) Esiste l'amicizia virtuale?
      Si, secondo me si. Forse è diversa da quella tradizionale, ma può esistere...
10) Quanto trovi stupido/carino un pensiero come questo come premio?
      Non lo trovo stupido, anzi è una bella iniziativa, e riceverlo mi ha fatto sentire importante ;)


Intanto colgo l'occasione per augurarvi una splendida giornata della Repubblica!

Ringrazio ancora di cuore Fabiola e Patricia, e arrivederci alla prossima!

 Maira