venerdì 24 ottobre 2014

Mascherine ed etichette Halloween!!!

Ciao!!! Oggi festeggiooo!!!


No, non festeggio Halloween in anticipo...


Festeggio perché ho raggiunto quota 100 followers!!!

Yuhuuu che numeroneee!!! Ok no, voi ne avete molti di più, ma per me è tantissimo!


Direte voi "ma allora che c'entrano le immagini di Halloween?"

Beh, c'entrano, perché per me è un traguardo importantissimo, significa davvero tanto (mi inquieta solo l'aver appreso che qualcuno sia arrivato al mio blog digitando "FALLA NEL PANNOLINO BEATO"), quindi non potendo offrire the e pasticcini a tutti voi, vi lascio due cavolate a tema Halloween, dato che ci avviciniamo a questa festicciola amata tanto dai bambini!!!

Non è niente di che, mi sono un po' divertita sul sito Ribbet e ho creato, oltre a delle immagini così a casaccio, anche delle etichette da stampare e attaccare ai pacchetti di caramelle e biscotti da regalare ai bambini che passano per le strade a suonare al campanello facendoci la fatidica domanda "Dolcetto o scherzetto?"...
Mi raccomando, non vi azzardate a rispondere scherzetto, se non volete ritrovarvi con tutto il portone sporco di uova e farina!!!

Io ogni anno, da due o tre anni, confeziono pacchettini di biscotti semplici con la glassa colorata. Non avendo le formine di Halloween specifiche uso quella con la sagoma di un gatto e quella con la sagoma di un uccellino che potrebbe facilmente essere scambiato per un orrido corvo. 

In genere disegnavo a mano le etichette, e per i bambini che conoscevo facevo bigliettini personalizzati con il nome...

Quest'anno ho pensato bene di crearne alcune digitalmente e di stamparle. Da qui l'idea di fornire il file anche a tutti voi, se vi fa piacere!!! Ho fatto la versione personalizzabile con i nomi dei bambini, per una festa o per quelli che verranno a bussare alla vostra porta, e quella invece con le scritte standard...

Ecco qui il primo, sia in versione personalizzabile, sia con le scritte standard:


Ed ecco a voi il secondo, stessa cosa:


Dato che c'ero, sempre attraverso il sito Ribbet, ho creato queste immagini di grandi dimensioni, che potete stampare su un cartoncino e ritagliare per farne delle maschere... Così, con un pantalone e una felpa neri oppure con un lenzuolo bianco, e con un elastico da agganciare ai lati, il travestimento low cost è assicurato...









Spero possano essere utili a qualcuno... Vi vorrei ricordare che dovete prima aprire l'immagine e poi salvarla!




Con questo post partecipo alla raccolta a tema Halloween di Kreattiva


e al Linky Party di Alex!








Maira


martedì 21 ottobre 2014

Scialle autunnale

Ragazze l'autunno proprio non arriva...

Dalle mie parti c'è gente che va ancora al mare... Dopo qualche giornata freddissima a Settembre che ci aveva fatto pensare di essere passati direttamente all'inverno, ora il caldo sembra aver messo le tende quì al sud...

Insomma, rilassante per chi può andare a fare passeggiate o a stendersi sulle spiagge deserte... Per me assolutamente no...
Poi questo è un periodo particolare, continui problemi che non fanno altro che ripercuotersi sulla mia testolina, sulla mia salute... Non ce la faccio più...

L'unica cosa che riesce a farmi da tranquillante in questi giorni è sferruzzare con l'uncinetto...

Ho fatto una sciarpa semplice e caldissima da regalare a Natale alla mia nipotina di 7 anni e mezzo insieme ad un cappellino che farò non appena avrò le misure della sua testa, e ora ne sto facendo un'altra per la sua sorellina di 3 anni e mezzo... Insomma, avrò parecchio da fare in questi giorni, sono infatti 5 fratelli, senza contare i regali per la cognata, il cognato, le amiche... Spero di mostrarvi presto qualcosa...

Intanto vi faccio vedere lo scialle che ha creato mia madre. Anche lei lavora a crochet, da più di trentacinque anni, era praticamente una bambina... Questo però era il suo primo progetto "modaiolo" diciamo, infatti aveva sempre creato centrini e tovaglie...

Lo scialle non è molto pesante, essendo molto traforato non coprirebbe dal freddo invernale, diciamo che è più uno scialle da mettere su una magliettina in autunno o su un bel vestito...


La ragazza che si intravede in foto è mia cugina. Mannaggia sua, non le va proprio di apparire su un blog, eppure è bellissima!!!




Lo scialle è nero perché la signora che lo aveva commissionato a mia madre lo voleva di questo colore, ma credo che renderebbe di più con un colore delicato... Purtroppo non saprei dirvi il tipo di lana utilizzato perché ce l'ha fornita la signora e non aveva il cartellino, di certo non era di qualità eccellente, sarà stata un misto lana 60% acrilico e 40% lana.
Inoltre insieme alla lana abbiamo utilizzato un filato particolare, il Milleluci Mondial che ha donato allo scialle un aspetto brillantinato che purtroppo in foto non si nota perché sono una schiappa...

Lo schema invece è tratto da una rivista che la signora che vende filati ci ha gentilmente fatto sfogliare, e poi ce lo ha fotocopiato. In ogni caso ve lo ripropongo qui sotto...



Spero che vi piaccia!

Con questo post partecipo:

1) al Linky Party by Topogina


2) all' Autumn Contest di A casa di Ale


3) alla petizione "Basta conigli in gabbia" che ho conosciuto tramite il blog Hay Lin Bau Bau.
    Si lo so che non c'entra nulla col post, ma mi raccomando firmate!




Inoltre sono felice di annunciarvi che il mio blog è un HonestBlog!



A presto!

Maira

venerdì 17 ottobre 2014

Un premio da... Una mamma che cucina!

Buonasera!

Post di fine settimana...

In questi giorni sono super impegnata nel fare sciarpe e cappellini a crochet da regalare a Natale ai miei nipotini e alle amiche (spero di farveli vedere presto).

Nel frattempo ho ricevuto un graditissimo quanto inaspettato premio, il Liebster Award, da una blogger che francamente non conoscevo e che mi ha fatto questo regalo...



Lei è Barbara di Una mamma che cucina, appassionata di cucina tradizionale ma anche giapponese, lei adora decorare i cupcakes e lavorare le paste polimeriche... Inoltre sul suo blog potrete trovare tanti ottimi consigli sullo svezzamento e tante ricette da utilizzare nei primi mesi di vita del vostro bambino o della vostra bambina...

Il premio che ho ricevuto prevede delle semplici regole (che io da cattiva blogger non seguirò) cioé rispondere a 10 domande e nominare 10 blog con pochi follower. Io come al solito salterò questo passaggio, ma risponderò alle domande:

1 - Perchè hai aperto il blog?
     Pura follia... Più passa il tempo e più mi rendo conto di quanto io sia indietro e di quanto sia
     incostante, direi che non sono molto soddisfatta, anche se ho conosciuto persone meravigliose
     e questo mi dice che il  gioco, seppur fatto male, ne valga la candela (si dice così vero?).

2 - Ci parli un po' delle tue passioni?
     Ho tante passioni a dire il vero... La cucina, la lettura, il crochet, il riciclo creativo... Tutte cose che
     non pratico regolarmente. Poi mi piacerebbe imparare il cucito creativo, la maglia, il decoupage..
     Ok forse è troppo, mi basterebbe saper fare bene una sola cosa, e invece...

3 - Quanto pensi che i commenti e le interazioni siano utili per un blogger e in che modo?
     Beh sono utilissimi, inutile dirlo! Sono una persona incapace di accettare i complimenti nella vita
     reale, e su questo spazio sto imparando piano piano a farlo, anche se solo virtualmente!

4 - Di cosa parli nel blog?
     Premetto che sul blog parlo poco, davvero troppo poco... Ma finora ho principalmente pubblicato
     ricette, senza dimenticare i miei animaletti, i premi e qualche lavoretto a crochet...

5 - Hai creato un rapporto di amicizia con altre blogger? Vi siete mai conosciute personalmente?
     Personalmente non ho mai conosciuto (per il momento) nessuna blogger, ma con qualcuna c'è
     un rapporto che forse definire amicizia è troppo, ma sicuramente c'è intesa... Beh questo mi basta,
     ma devo ammettere che se potessi mi piacerebbe conoscere tutte le persone che seguo!!!

6 - Come immagini il tuo blog tra due anni? Vorresti vederlo crescere/cambiare e in che modo?
     Lo immagino ancora così se non abbandonato a se stesso (sono davvero poco costante), ma se
     dovessi esprimere come vorrei che fosse... Beh lo vorrei più curato, con foto bellissime e più
     aggiornato... Ma se non mi ci metto d'impegno io dubito possa diventare così da solo...

7 - La cosa che sai fare meglio?
     La cosa che mi riesce meglio è cucinare... Sono molto orgogliosa di me stessa da questo punto di
     vista, mi piace che la gente chieda il bis o apprezzi ciò che faccio... E poi sono un'imprenditrice
     di successo dentro... Fuori invece solo una sfigata...

8 - Quanto tempo dedichi al tuo blog?
     Pochissimo purtroppo, quasi niente... Sono imperdonabile!


9 - Come nascono i tuoi post?
     In genere mentre cucino raramente penso a fotografare i passaggi o i piatti pronti, quindi quelle
     rare volte che me ne ricordo, è lì che il post nasce già nella mia testa...

10 - Un saluto a chi ti legge? 
       Grazie a tutte per sopportarmi!!! Buon weekend!!!


Maira

lunedì 13 ottobre 2014

Potenze...

Appunti di un venditore di donne.

Fine capitolo, pagina 248. Non ho sonno, il libro è sempre più intrigante, ma devo chiudere (mio fratello si ribella alla luce accesa alle due di notte, svantaggi di una camera condivisa!)...

Non ho il segnalibro, né un foglio di carta, come al solito, e non ho nemmeno voglia di alzarmi e prenderlo...

21 = 2
22 = 4
23 = 8

Mi sembra geniale come metodo per ricordare la pagina, le prime tre potenze del 2...

Mah...

Ho una sola certezza, domani quando arriverà il momento di riaprire il libro, questo semplicissimo ragionamento lo avrò già dimenticato...


Maira

mercoledì 8 ottobre 2014

Un anno di Te @Pavel@

Oggi post veloce ma carico carico d'amore...

Amore per te...

Un anno fa il tuo papà (!) ti ha trovato lì, accucciato nella terra, tremante di paura dopo un brutto temporale e forse anche di freddo... Eri spaventato, affamato, non ti fidavi più dell'essere umano, avevi gli occhi tristi...

Ricordo il suo messaggio "Ho trovato un cane, sto per portarlo al canile".

"Ho trovato un cane" e già avevo capito che voi vi eravate trovati, che non ti avrebbe mai portato al canile...

Insomma, quanti cani randagi vediamo ogni giorno per strada? Mica li carichiamo tutti in macchina per portarli al canile? Ma lui era speciale, i suoi occhi lo avevano conquistato, infatti ti ha portato a casa sua, scaldato, lavato per bene, e tu eri ormai suo...

E' passato un anno da quel giorno, forse nessuno potrà mai cancellare il tuo sguardo triste, ma sappiamo che, nella semplicità, ti possiamo garantire amore e cure, che evidentemente ti erano sempre stati negati.







Grazie per averci cambiato la vita, amore!!!

Maira

Con questo post partecipo al Linky Party di Alex