mercoledì 24 dicembre 2014

Buon Natale!

Ciao a tutti ragazzi!

Oggi è la vigilia di Natale. Io però sto scrivendo ieri... Si, nel senso che questo post è programmato :)

Vi immagino tutti affaccendati a preparare la tavola per il Cenone o forse il pranzo di domani, oppure ad incartare gli ultimi regali...

Io non so davvero dove sono in questo momento, probabilmente io e mia mamma stiamo un pò rassettando la casa.

La verità è che quest'anno non abbiamo programmato nulla (se non questo post) e quindi non so cosa prepareremo per cena, cosa per pranzo, e se avremo o meno degli ospiti o se saremo noi ospiti a casa di qualcuno.

Il clima è un po' strano, mi sento tanto sola, vorrei solo addormentarmi e svegliarmi il 7 Gennaio bella riposata e pronta a tornare a lavoro fresca come una rosa...

Purtroppo non si può, non solo perché non sarebbe umano dormire quindici giorni, ma anche perché esclusi i giorni proprio festivi, io lavorerò lo stesso...

Quindi non mi rimane che augurare un buon Natale a chi lo festeggia, o semplicemente un po' di serenità a tutti gli altri.


martedì 23 dicembre 2014

Caro Babbo Natale...

Caro Babbo Natale,

sotto l'albero vorrei trovare... Libertà...

Ma una dose massiccia eh, che non mi sazio facilmente dopo una vita a digiuno...

Poi, dato che sono stata buona e mi merito un secondo regalo... Beh vorrei qualcuno che si prendesse cura di me. Qualcuno in grado di salvarmi, qualcuno capace di portarmi via da tutto questo schifo e di farmi vivere una vita degna di essere chiamata tale.

Intanto, senza un filo di modifica sulla foto fatta frettolosamente e senza impegno (ché non sono in vena) ecco le due sciarpe e i due cappellini creati per i maschietti, Luca e Christian. Per fortuna abbiamo comprato loro anche qualcosina da scartare e con cui giocare, sono pur sempre bambini e grazie a Dio sono davvero speciali e si accontentano di poco.


Lo schema seguito è un semplice Granny Stripes, usato anche per i cappellini che però sono venuti davvero davvero male (in foto sono piegati a metà).
Un po' perché (quella stronza del)la magliaia mi ha consigliato una lana non di ottima qualità ed io come una stupida le ho dato retta e l'ho comprata, un po' perché non ho seguito uno schema ma ho fatto di testa mia e ho avuto problemi con le riduzioni, i cappellini sono  rigidi che sembrano quasi inamidati...
Le sciarpette invece, pur essendo meno morbide di quelle fatte per le femminucce in pura lana vergine merino, sono comunque carine e portabili a mio avviso, ma non perfette!

I pacchetti non ve li mostro, avevo un sacco di idee meravigliose su come confezionarle, avevo comprato ciò che mi serviva ma... non tutti sanno che a casa mia vi è la dittatura, bisogna fare ciò che esigono gli altri, i miei desideri non possono essere messi davanti a quelli di nessun altro, e la mia vita deve essere vissuta in funzione del volere altrui.

Diciamo che nel comandamento "Non esiste altro Dio all'infuori di me" mio padre ha interpretato quel "me" troppo letteralmente, e pensa di essere Dio sceso in terra e si diverte a rovinarmi la vita a suon di "Finché sei in casa mia fai quello che dico io".


La verità è che per chi fa una vita schifosa tutto l'anno, il Natale serve solo ad amplificare il tutto. Sembra una frase fatta, la dicono in tanti, ma solo chi ci sta dentro riesce a capire cosa voglia dire... Vuol dire vivere nella continua speranza che un giorno tutto cambi, e nel continuo accorgersi che invece non cambia mai niente.

A questo post disabilito i commenti, non voglio frasi di compassione né di incoraggiamento. Volevo solo sfogarmi un po'.

A domani!

Maira


lunedì 22 dicembre 2014

Sciarpona per Lei... la mia migliore amica...

Questa è per Lei...

La mia migliore amica... La conosco da quando avevamo 8 anni io e 9 lei, migliori amiche da qualche anno dopo, alle medie... Da allora non ci siamo mai separate... Anzi, non è proprio corretto, ci siamo separate ormai cinque anni e mezzo fa, lei si è trasferita a Roma per studiare...

Ma le voglio un bene dell'anima, e sono sicura che il sentimento sia reciproco...

Non ci sentiamo molto spesso, forse due o tre volte al mese, ma quando lei torna per le vacanze ci vediamo tutti i giorni, quasi a voler recuperare il tempo perso... E invece il tempo non basta mai...

Quest'anno le ho fatto con le mie mani questa sciarpa.

Ho utilizzato 150g di lana Dolce Mohair della Mondial, il colore è davvero così chiaro, delicato, sembra una nuvola (ed io che sono mooolto furba l'ho fotografata sullo sfondo bianco)... Ne farò una anche per me dello stesso colore, ma con motivo diverso...

Mi piace molto, è morbida, calda e facile da lavorare...

Ho usato lo schema preso da questa pagina Facebook collegata al blog Con le mie mani (non metto la foto, ma nella pagina facebook tra le foto c'è uno scaldacollo multicolor e accanto lo schema)






Con questo post partecipo alla Raccolta di Natale Handmade Christmas "Regali fai da te" creata da Alex del blog C'è Crisi, C'è crisi




Maira

Cappellini a crochet per Natale

Buondì!!!

Ho finito questi cappellini da tempo, ma non ho mai avuto tempo per pubblicarli dato che ancora sono in alto mare con quelli per i maschietti, che mi stanno facendo impazzire.

Mio suocero parte domani sera e io devo ancora fare un sacco di cose da mandare ai miei cognati e ai nipotini, sono in una fase così frenetica da piangere, a volte!!!

Vi faccio vedere tre foto flash dei cappellini abbinati alle sciarpette che vi avevo già mostrato.

Sono tipo dei baschetti (non so quale sia il termine giusto, non me ne intendo in realtà!) e non ho fatto nemmeno le foto per bene per farveli vedere!!!

Questo si abbinerà a questa sciarpa e sarà per Giulia


Questo set è quello venuto meglio a mio avviso...


Questo qui invece farà coppia con quest'altra sciarpetta che regalerò a Serena



L'ultimo è per Rebecca, e lo abbinerò alla sua sciarpetta; per quest'ultimo ho usato un altro metodo che prevedeva delle riduzioni in cima. Lo so dalla foto sembra storto ma non lo è, me ne sono accorta solo ora, forse l'ho messo male io sullo sfondo (in realtà l'ho solo appoggiato e fotografato così come gli altri, non avevo assolutamente tempo di cambiare "posa"!).


Ho creato prima la fascia e poi la parte superiore, ispirandomi a questo tutorial trovato in rete ma cambiando la trama e adattandola allo schema usato per le sciarpette.

E' stato semplice e divertente...

Di certo non mi sto divertendo ora nel fare quelli per i maschietti, dato che da stupida mi sono fatta rincitrullire dalla signora che mi ha venduto il filato...

Ma poi vi racconterò.

Con questo post partecipo alla Raccolta di Natale Handmade Christmas "Regali fai da te" creata da Alex del blog C'è Crisi, C'è crisi


Spero vi siano piaciuti,

a presto!

Maira

lunedì 15 dicembre 2014

Sogni e scambi di Natale

Che stress ragazziii!!! In questi giorni mi è successo di tutto, non sto avendo nemmeno il tempo di fotografare i cappellini che ho fatto, perché sono alle prese con le sciarpe per i nipotini maschi...
Sono mostruosamente in ritardo, mi viene da piangere solo a pensarci...

Se poi ci mettiamo anche che dovrei inviare degli altri pacchetti e ancora non ho preparato NULLA, beh allora inizio a strapparmi anche i capelli, ma quelli tra un po' verranno via a ciocche per lo stress... E questo mi ricorda una puntata dei Simpson nella quale a Marge cascano via tutti i capelli per la paura degli opossum... 


Comunque scrivo questo post per partecipare all'iniziativa Sogni e Scambi di Natale - Blogger and Blog di Blogghidee.
Sono stata invitata dalla dolce Patricia del blog Myrtilla's house e consiste in questo:
Scrivere quale sia il proprio sogno (facilmente realizzabile però ehehehe :D )
Sponsorizzare il sogno di un altro blogger in modo che si avveri.

Premetto che ho tanti sogni. I primi due precludono gli altri due.

1) Che il mio ragazzo trovi un lavoro decente; non chiedo molto, anche mille euro al mese sarebbero sufficienti per vivere dignitosamente nel mio paese con anche il mio stipendio;
2) Che riesca a farsi largo in tutta questa burocrazia e finalmente far ricoverare sua mamma in una residenza per malati mentali prima che impazzisca lui;
3) Che riusciamo a farci una famiglia e ad avere dei bambini;
4) Che riusciamo ad avere una casa tutta nostra.

Ok, sono irrealizzabili, o per lo meno non potete aiutarmi voi in questo.

Passo oltre:

Ora come ora mio sogno realizzabile (?) è quello di finire in tempo i regali e i pacchetti di Natale...

Ma dato che nessuno potrà aiutarmi a realizzarlo mandandomi un elfo di Babbo Natale, passo ad un altro sogno.

Ok questo è l'ultimo:
Vorrei, per l'anno prossimo, proporre una collaborazione ad un amico veterinario che si occupa dei cani del canile del mio paese.
Purtroppo, nonostante il lavoro e l'amore dei volontari, nonostante le cure gratuite offerte dal veterinario, il canile non offre ancora condizioni dignitose e il nostro Comune non stanzia fondi.
Infatti mancano le pedane in plastica da mettere all'interno dei vari box, che permetterebbero ai cani di avere coperte con cui riscaldarsi in inverno.
Le normali pedane in legno non vanno bene perché ogni giorno i box vanno lavati con dell'acqua, e ovviamente il legno marcirebbe subito. Quelle in plastica invece potrebbero essere ripulite facilmente.
Mi piacerebbe poter fare qualcosa di concreto, e ovviamente quando ci sarà un minimo di sicurezza sulla fattibilità del progetto renderò partecipi i lettori del mio blog. Non si sa mai che qualcuno possa fare qualcosa per noi, donare vecchie coperte o anche solo condividere l'iniziativa. Quindi più lettori avrò (magari dalle mie parti), più aiuto potremo ricevere.









Come al solito non sono stata molto chiara, spero di potervi dire di più in futuro.

Per quanto riguarda il sogno di qualcun altro da condividere... Beh voglio attendere che qualcuno pubblichi altri sogni, poi sceglierò dopo aggiornando questo post.

Maira

mercoledì 10 dicembre 2014

Crostata alla confettura di prugne

Buondì a tutti!

Oggi post superveloce (dico sempre così) per farvi vedere che, con la stessa frolla con cui ho preparato un po' di tempo fa i Bocconotti, si può fare un'ottima crostata.

Semplice e genuina, è piaciuta molto a tutti proprio perché la frolla è particolarmente delicata.




Vi riscrivo la ricetta per comodità.

Ingredienti:

2 uova
200gr di zucchero
200gr di olio di semi + qb per oliare i pirottini
buccia di un limone grattugiato (o in alternativa una bustina di vanillina)
mezza bustina di lievito per dolci
500gr di farina + qb

Frullare le uova con lo zucchero, aggiungere l'olio pesato e la buccia del limone e continuare a frullare.
Quindi aggiungere la farina e il lievito e impastare velocemente con la punta delle dita. Se necessario aggiungere altra farina, una manciata dovrebbe essere sufficiente.
Tenere l'impasto in frigo per almeno 15minuti.


A questo punto oliare o imburrare la teglia per crostate o, in alternativa stendere della carta forno bagnata e strizzata. Stendere una sfoglia di pasta frolla col mattarello e, senza bucherellare il fondo, spalmarci la farcitura che si preferisce.
Io ne ho fatte ben tre: una con la mia Marmellata di limoni con le zeste, una con della crema spalmabile alla nocciola, e l'altra che si vede in foto con la mia Confettura di prugne.



Quindi formare delle striscioline sottili e disporle a griglia. Ho aggiunto anche un biscottone sopra, con la scritta Home Baked, ottenuto con i miei stampi nuovi comprati in saldo qualche settimana fa insieme al piattino in bamboo che ho già utilizzato in un altro post. Non è uscito tanto bene perché avevo fretta e non l'ho infarinato, ma li ho già collaudati diversamente e fanno il loro dovere egregiamente.





Infornare a 180° per 25 minuti solo piano inferiore, poi prolungare la cottura di altri 5 minuti accendendo il forno anche sopra.

Ed eccola qui. Come al solito brutta ma buona.

PS: la tovaglia non è mia! :D


Baci, a presto!

Maira

lunedì 1 dicembre 2014

Sciarpa multicolor a crochet per Rebecca

Ciao! Bella notizia per voi! Questa è la mia penultima sciarpa... da donna eh... :)

Anzi da bambina... Questa è per Rebecca, la terza femminuccia, quella maggiore... 7 anni e mezzo di infinita dolcezza!!!


Ho utilizzato 175gr di 100% pura lana vergine merino autorigante Mondial, anch'essa fuori produzione (ma se ne trovano un sacco di tipi e marche diverse!)


Ho seguito lo schema seguente


poi ho semplicemente fatto un bordino sui due lati corti eseguendo un giro a maglia bassa e un secondo giro creando degli archetti da 5 catenelle.

Tutto qui.

E' stata la prima che ho fatto, mi piace e spero che piaccia anche alla mia Rebecca...

Con questo post partecipo alla Raccolta di Natale Handmade Christmas "Regali fai da te" creata da Alex del blog C'è Crisi, C'è crisi



Maira