lunedì 13 aprile 2015

Lunedì

Io faccio un lavoro ben preciso.

Rivendo e faccio assistenza per un programma gestionale di contabilità, paghe, fatturazione e magazzino, bilancio, fiscale...

Nello specifico mi occupo di paghe.

Il mio lavoro consiste nel trovare una soluzione quando qualcosa nel software non funziona correttamente. A quel punto può dipendere:

1- da una scorretta gestione da parte del cliente, e io risolvo il problema facendo notare l'errore.
2- da un errore di programmazione, a quel punto devo semplicemente girare il problema alla software house...

Beh, se così fosse questo sarebbe il lavoro più bello del mondo...

E invece devo fare i conti con:

- il cliente I.C. che, solo perché una volta il telefono ha squillato a vuoto (ero in bagno un minuto) mi dice che non posso capire cosa significhi avere trenta dipendenti bloccati perché il programma non funziona e sentire il telefono squillare a vuoto perché l'impiegatuccia di turno è andata a prendere il caffé al bar...
E io (che come minimo lo avrei torturato a sangue), mi limito a rispondere che proprio perché ha trenta dipendenti, non può capire cosa voglia dire essere sola in ufficio e dover trattenere la pipì per tre ore perché non posso limitarmi a fare il mio lavoro, nooo!!! Devo spiegare ai clienti, tra cui i suoi trenta impiegatucci, anche le normative che loro laureati dovrebbero conoscere meglio di me, o che per lo meno dovrebbero leggere come faccio io anziché andare a prendere il caffé al bar!!!
Premetto che davvero in ufficio non faccio pause e che davvero non prendo caffé...

- sempre il cliente I.C. che, cercando il mio collega, alla mia risposta "Non è in ufficio, provi al cellulare", mi urla al telefono che sono una bugiarda e che faccio comunella col mio collega perché ce l'abbiamo con lui dato che è una persona realizzata e noi degli sfigati dipendenti...
A quel punto alzo la voce e gli dico che non deve permettersi a darmi della bugiarda né tantomeno della sfigata, e che di certo non siamo invidiosi di gente frustrata che terrorizza i propri dipendenti (che si, per la cronaca sono terrorizzati).

- sempre il cliente I.C. che mi fa chiamare da un suo collaboratore per chiedermi scusa. Mah...

- il cliente C.P., che ha più di ottant'anni e che pretende che io gli dia la precedenza sugli altri clienti e che ogni volta anziché spiegargli come fare una cosa, gliela faccia direttamente io!

- il cliente E.C. che ogni volta che trova il telefono occupato viene direttamente in ufficio da me con due o tre faldoni di carte, salvo poi dirmi che non ha avviato il programma che usiamo per collegarci ed essere costretto a rientrare nel suo, di ufficio, e fare comunque tutto per telefono... (il che accade almeno una-due volte per settimana, e ancora non capisce).

Questo solo oggi. Rischio l'esaurimento nervoso.

Eh si, è proprio lunedì.


Maira

30 commenti:

  1. ciao maira! lavorare con il pubblico è una cosa complicatissima: conta fino a dieci, fai passare la tempesta..dopo di che non ti curar di lor ma guarda e passa:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrei fare yoga, dicono rilassi :)

      Maira

      Elimina
  2. Mira bella ...una parola sola" Santa Subito"....!
    Bacio specialissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Addirittura!!! :)
      Grazie Nella, un bacio!

      Maira

      Elimina
  3. Ciao Maira, posso immaginare il tuo nervosismo! Che dirti...PURTROPPO e sottolineo PURTROPPO bisogna stringere i denti ed andare avanti!
    Un abbraccio sperando che la tua settimana vada migliorando!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh lo spero :) Grazie mille, un abbraccio!
      Buona giornata,

      Maira

      Elimina
  4. Maira!!!! Ho appena scoperto che facciamo lo stesso lavoro!!!! L'unica differenza è che io mi occupo della parte contabile e fiscale, delle paghe se ne occupano altri colleghi. E io lo faccio da ben 25 anni. E che ti devo dire... capisco benissimo tutto quello che hai scritto qua, perché sperimentato sulla mia pelle. Ogni tanto mi viene in mente che potrei scrivere un libro di aneddoti, con tutto quello che ho visto e sentito in questi anni, i clienti forniscono tanto di quel materiale... ahahaha... L'esaurimento nervoso? Riusciremo a tenerlo lontano, tieni duro. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 25 anni? Ammazza credo che potresti farci un'intera saga, o un telefilm a puntate, altro che libro!!!
      Io in genere riesco a essere calma, gentile con tutti... Ma in questo periodo sono già molto stressata dalla vita che sto conducendo, quindi qualche rispostaccia delle mie mi scappa proprio!!! :)
      Comunque mi hai incuriosita, la software house è per caso di Catania??? Ho visto che sei di Cosenza e so per certo che da quelle parti hanno altri rivenditori, li ho conosciuti a Gennaio 2013 ad un convegno sull'e-commerce tenutosi a Catania... Fammi sapere ok? :)

      Maira

      Elimina
    2. No, è di Lodi. Siamo concessionari di questa software house proprio da 25 anni... Baci.

      Elimina
    3. Ah ecco, credo di aver capito :)
      Buona giornata :)

      Maira

      Elimina
  5. Leggere mette il buonumore, ma non credo che vivere queste situazioni sia così allegro.
    Ti abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ti assicuro che non lo è affatto :)
      Un abbraccio

      Maira

      Elimina
  6. Forza Maira ti sono vicina e ti capisco!!! Il cliente non ha sempre ragione (il più delle volte non ne ha proprio), ma qui funziona che bisogna sviolinare e sviolinare ancora per la paura di perderlo.... Che sarebbe solo un bene!!

    un abbraccio
    Sara
    This is Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, è quello che mi riesce difficile, sviolinare... :)
      Grazie

      Maira

      Elimina
  7. Noooo!!! non dargliela vinta!!! non farti prendere dal l'esaurimento nervoso ... un bacio dolce Maira ...

    RispondiElimina
  8. ......oggi è martedì....come sta andando??? Un pò meglio????
    Altro che caffè: camomilla a tutti quanti!!!!!
    Un abbraccio
    Impe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evviva la camomillaaa!!! :D

      Maira

      Elimina
  9. Storie di ordinaria follia...
    Un abbraccio, tieni duro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino tu ne sappia qualcosa, su per giù :)
      Maira

      Elimina
  10. Stellina... come ti capisco!!!!
    Sonno passati anni da allora.. secoli, dovrei dire, ma ricordo ancora cosa significa. Anche perchè comunque vedo il marito di colore nero tante volte alla sera quando rietra.
    Stringi i denti. Sei forte! E SEI IN GAMBA!
    FAtti rispettare ma una volta che hai staccato il telefono un bel vaffan... tiraglielo dietro. Tanto non sentono più! E tu ti liberi un Po'!
    Bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, il Vaffa è spesso terapeutico :)

      Maira

      Elimina
  11. Per fortuna che era "solo" lunedì!
    Dovresti davvero scrivere un libro di questi aneddoti. =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh si, è passato :) Comunque no, non ci terrei a scriverci un libro :)

      Maira

      Elimina
  12. Mi spiace tantissimo Maira :( Posso solo immaginare cosa hai provato... è troppo brutto quando ti trattano male, lo so... e sei stata bravissima a resistere. A contatto con il pubblico si scopre un po' la vera natura dell'uomo, che dici?? ;) Però è un modo per fortificarsi, per riuscire a sentire Dio. Eh già... Lui in quei casi può darti una pace innaturale... prova a parlargli quando succede, prova a chiederGliela, e a chiederGli di darti il Suo amore per gli altri e la Sua capacità di trattare con gli uomini (Gesù non per niente era un Maestro con le persone, anche con le peggiori ;) ), vedrai che ti stupirai del "risultato" ;) Ti abbraccio forte forte ♥♥♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certooo!!! In quel momento ho messo le mani tra i capelli e ho detto "Dio mio, dammi la pazienzaaa!!!" ;)
      Comunque non è poi un gran dramma dai, a parte l'arrabbiatura iniziale oggi ci rido su... E' che è successo tutto in un giorno :)
      Spero di guardare presto i tuoi video, Vivy!!! :*

      Maira

      Elimina
  13. I risvolti di ogni lavoro...solo chi li fa capisce e mai niente è semplice e come sembra!!
    Dai che oggi è giovedì, il week end è alle porte:)

    RispondiElimina
  14. Però... non ti fai mancar nulla in ufficio anche tu :-)

    Piacere di conoscerti Maira!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere mio, Micol!
      Vado a farmi un po' di fatti tuoi!

      Maira

      Elimina

Lasciate un'impronta nella mia stanza!