lunedì 14 settembre 2015

Errori IX

Avrebbe voluto sapere tante cose di lei. Cosa le era successo in quei quattro anni durante i quali non si erano sentiti?

Non aveva intenzione di chiederglielo. Lo avrebbe scoperto vivendola. Ne era certo.

Dormirle accanto le aveva dato ancora più sicurezze.

Lei si svegliò presto. Nel fine settimana la sveglia sul cellulare non era impostata, ma ormai era abituata ad aprire gli occhi poco dopo l'alba, e quando si ritrovò sul quel divano anni Settanta non fu poi così stupita. Guardava con curiosità la trama della fodera.

"Chissà quante volte avrai fatto l'amore con una donna, su questo divano"

"Buongiorno! Non mi ero accorto fossi sveglia... Vieni qui, fatti abbracciare..."

"Non mi hai risposto. Ma comunque non credo sia una buona idea baciarsi prima di lavare i denti. E' una cosa che non sopporto nemmeno nei film!"

"Di malumore eh?" e provò a baciarla.

Il suo alito era profumato, sapeva di menta. Aveva lavato i denti, lui. Ma lei no. E non era per niente intenzionata a baciarlo.

Si spostò e si alzò. Faceva freddo.

"Dov'è il bagno?"

Lui la accompagnò. Dopo aver fatto pipì si lavò le mani e strofinò col dito, del dentifricio sui denti.

"Per fortuna dopo aver lavato i denti ieri non ho mangiato nulla" pensò.

Non era abituata a dormire fuori casa, e non aveva nemmeno uno spazzolino da viaggio in borsa. Doveva rimediare ed essere più previdente... Maria, la sua amica, non sarebbe stata così disorganizzata.

Tornò in camera e si sdraiò di nuovo sul divano accanto a lui, dandogli la schiena e lasciandosi abbracciare.

La sua pelle fresca e delicata scatenava in lui un forte istinto di protezione.

Non passò molto tempo e si ritrovarono a fare di nuovo l'amore.

Erano stesi sul pavimento freddo, con le gambe intrecciate e stretti l'uno nell'altro, quando squillò il telefono.

Lei sobbalzò. Non rispose. Lesse i messaggi della sera prima e quello della mattina.

"Amore sei sveglia?"

"Ho capito, stasera tisana e nanna. Scommetto mela verde o ciliegia. :) A domani. Ti amo."

"Amore buongiorno! Non sei ancora sveglia? Ma era una tisana o un sonnifero? Di solito non dormi così tanto. Non farmi preoccupare, fatti sentire."

Buttò il cellulare sul divano e si rivestì.

"Era lui?"

"Si."

"Cosa ne sarà ora di noi?" chiese mentre rimetteva i boxer e infilava la camicia.

"Non chiedermelo, per favore. Mi dispiace, ma non si può fare."

"Brava! Complimenti, mica me lo aspettavo?" applaudì scarcasticamente "Ho passato la notte a fantasticare su noi due e sul nostro futuro".

"Hai fatto male." Prese il cellulare e scese.

Lui la seguì. Non incontrarono nessuno per casa. Prese il cappotto appeso e lo indossò.

"Aspetta, pensaci un attimo..."

"Addio" disse quasi piangendo. Gli appoggiò una mano sul petto nudo e si sollevò sulle punte per dargli un ultimo bacio sul lato del labbro. Poi uscì.

"Sei una stronza" le disse ad alta voce sbattendo la porta.

Tornò in mansarda e si stese sul divano. In un attimo era stato spinto giù dal paradiso all'inferno.

Lei mise in moto e iniziò a piangere.


Fine

(finalmente)

15 commenti:

  1. Fanciulla crudele!!!!!
    E la fai finire così?????
    Ok, è una scelta come un'altra. Una scelta tutta sua però noi lettrici, poverine..... :((((
    Dai! Cancella quel fine e soprattutto quel finalmente che a noi non piace per niente!!!!!! ahahahahahahahah

    Mi è piaciuto sai? Hai saputo raccontare con eleganza un tradimento. Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patricia...
      Questa in tutte le "puntate" ha fatto ciò che le pareva, ora finalmente (essendo la fine non mi importava di non saper continuare) le faccio fare ciò che decido io... :)

      Maira

      Elimina
    2. Povera Questa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ahahhaahahhahaahahahah

      Elimina
  2. ma perchè finalmente ..... ti ha turbata tanto ??.... la storia era bella.... quasi un film---- mi immagino la Julia Robert che interpreta il ruolo e il lui naturalmente Richard Gere ....<3 .....ma pure Hug Grant ....oh si ci sta ....
    e comunque sia finita ... non lo vedo un tradimento ... ma una presa di coscenza ... cosa è meglio per me ... con chi sono felice ... chi mi fa stare bene mi completa e mi apprezza ..... nessun tradimento ..ha capito che il suo amore era l'altro......io continuo a preferire la cioccolata calda ....cacao amaro .... una spruzzatina di panna per addolcire le labbra ...il resto è buono amaro .... :)) baci cara Maira .....m a sai che invece di Maria avevo letto Maira ahahahah sarò teribbile ???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh no eh... A Richard Gere non saprei dire di no nemmeno io :) Trooooppo affascinante... Chissenefrega di Achille... :D

      Maira

      Elimina
    2. Eh, no lo dico io Maira!
      Tu mettiti in coda che sei troppo giovane per Riccardino... eh. insommmmmmmmmma!!!!!!!! :*)

      Elimina
  3. Come al solito io sono uno scandalo e leggo dalla fine.... ma arrivo tardi... non conoscevo ancora la strada..
    Beh per adesso ti faccio i complimenti per questo e anche per il finale.... duro ma più' vero di tanti che potevi scrivere.... Poi leggero' a ritroso... e vediamo come si sviluppa questa storia :-)

    Il Lupo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lupo :) Beh anche a me a volte è capitato di leggere dalla fine...
      A presto :)

      Maira

      Elimina
  4. Che storia triste! :'(
    Triste per il signore della tisana, ecco.
    Però i baci appena sveglia, quelli non li sopporto nemmeno io!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, i baci appena sveglia nemmeno io... Infatti certe cose sono proprio "mie"... come i gusti preferiti di infusi alla frutta, l'odio per i baci di prima mattina... :D

      Maira

      Elimina
  5. nooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
    ma come?
    vabbè, però forse ci sta questo finale.... le storie della vita in fondo in fondo sono solo pretesti per capire meglio chi siamo, no? Chissà dentro quel pianto cosa ha visto lei?
    Un bacione Maira
    ps: spero che riproporrai altre blog novel ! brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so, vedremo...
      Grazie comunque... ;) In quel pianto potrebbe esserci dolore per aver abbandonato per sempre colui che ama, ma potrebbe esserci anche senso di colpa per aver tradito... Chi lo sa?

      Maira

      Elimina
  6. Nooooooooooo... SIGH!

    In quel pianto io lo so cosa c'è: tutto il dolore per aver abbandonato per sempre colui che ama veramente ma cui non puó legarsi...perchè la vita, quella vera, è altro... :(

    Bello!!! Bello bellooo belloooo...
    Brava davvero, Maira...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto... Credo anch'io pianga per quel motivo... :/

      Maira

      Elimina

Lasciate un'impronta nella mia stanza!