mercoledì 9 settembre 2015

Errori VI

I giorni seguenti furono confusi, per entrambi.

Lei era distratta, scombussolata, combattuta tra la voglia di rivederlo e la paura di lasciare Achille per una cotta magari temporanea. Non voleva ammettere a se stessa che non si trattava di una semplice infatuazione.

Lui invece era convinto. La amava.
Dannazione, non era stato molto furbo, avrebbe potuto chiederle il numero di cellulare e ora l'avrebbe chiamata. E invece doveva limitarsi a mandarle degli stupidi messaggi di chat.

"Cos'hai provato quando ci baciavamo?

Anzi no... Ssst... Te lo dico prima io cos'ho provato!

Ho sentito delle scintille, delle fitte, partire dal cuore ed arrivare alla testa e allo stomaco. Sai quando? Quando mi hai preso il viso nella mano. Non subivi il mio bacio. Mi baciavi. Lo volevi anche tu, quel bacio. Ok, un bacio può non essere importante, ma io ho sentito che lo era, per me e anche per te.
Non avevo mai provato un'emozione simile, eppure ho baciato altre donne prima. Ma senza trasporto. Ora capisco la differenza.
E' come quando ti descrivono cosa sia un'orgasmo. Potranno utilizzare mille espressioni e parole diverse, ma solo quando lo provi capisci davvero di cosa si tratta...

Fatti sentire. Ti prego."


Lei aveva letto, ma non sapeva cosa rispondere. Aveva tradito Achille, per lei anche un solo bacio rappresentava il tradimento, e questo la faceva star male. Ma ignorando Alessandro stava tradendo se stessa. E non sapeva quale dolore fosse prevalente.

***

Venerdì sera, pioveva e Achille era a lavoro. Erano passati tre giorni da quel bacio, ma lei non doveva pensarci, se l'era imposto.

Era stesa sul letto, nuda, dopo una lunga doccia idromassaggio. In radio gli U2, volume basso e intorno il silenzio.

La tenda svolazzava un po' nonostante la finestra fosse chiusa... Bisognava cambiare le guarnizioni.

Non aveva voglia di cenare. Un infuso alla mela verde senza zucchero, il suo preferito, e poi subito a letto.

Mise il pigiamone di pile e andò in cucina a prepararselo...

Fece bollire l'acqua nel microonde e ci lasciò dentro la bustina. Cinque minuti, che però non passavano mai. Cercava di scacciare quel pensiero, quel delicato ricordo che riaffiorava gradualmente, anche se lei faceva di tutto per cacciarlo via.

Lasciò la tazza sul tavolo e andò a vestirsi. Scese in fretta le scale e, senza prendere l'ombrello corse verso la macchina.

Sapeva dove trovarlo.

Suonò il campanello.

12 commenti:

  1. E brava Maira!
    Certo che lei sa dove trovarlo. Glielo dice il cuore.
    Certo che per Achille la vedo dura ora. Tradimento un bacio? Quello che sta per succedere allora cosa è? :))
    Ben scritto, sai!
    Interrotto al momento giusto lascia spazio alla nostra fantasia
    Ciao bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie... in effetti i fine "episodio" sono forse la cosa che mi è riuscita meglio... Forse eh, in realtà non dovrei dirlo io...
      Patricia non fare la maliziosa ;P

      Maira

      Elimina
  2. :-0....siiiiiiiii?????? mica lo lascerà ora ???? ahahahah ti rovescio in testa pure l'infuso di mela ...
    tanto a quest'ora s'è freddato .....dolce che sei .... bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bacioni Giusi!!! :* :* :*
      L'infuso di mela credo possa essere anche rigenerante per i capelli... Credo... :)

      Maira

      Elimina
    2. certo un deterrente per la forfora ... a mio marito gliela sbatto sempre in testa ahahahahah

      Elimina
    3. Oooh mamma come sei violenta! "Gliela sbatto sempre in testa"...

      Mi fai morire!!!

      Maira

      Elimina
    4. chiaramente la lozione alla mela ... verde

      Elimina
    5. Maira ... perdonami ogni tanto mi diverto a fare la paglieccetta .... ogni tanto ;)

      Elimina
    6. Hahaha ma cosa dici, mi fai scompisciare, è sempre un piacere... :D

      Maira

      Elimina
  3. Giusi.... ma mi vuoi corrompere questa fanciulla!!!!! Dai! Diamo il buon esempio noi che siamo.... diversametne giovani! aahhahahahahahahahahahh

    Maira... falla divertire la tua protagonista!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahahaha!!! In realtà non è corruzione ma minaccia a mano armata... ;)

      Maira

      Elimina
  4. Povero Achille...ma: al cuor non si comanda... Comunque lei è meglio che infusi non se ne prenda più ;P

    RispondiElimina

Lasciate un'impronta nella mia stanza!